"Non conosciamo mai la nostra altezza
finché non siamo chiamati ad alzarci.
E se siamo fedeli al nostro compito
arriva al cielo la nostra statura"

E.Dickinson

Gli abusi non di rado si radicano in un falso concetto di libertà.
Dio, però, ci concede in Cristo non quella illusoria libertà in base alla quale facciamo tutto ciò che vogliamo, ma la libertà, per mezzo della quale possiamo fare ciò che è degno e giusto.
Ciò vale invero non soltanto per quei precetti derivati direttamente da Dio, ma anche, considerando convenientemente l’indole di ciascuna norma, per le leggi promulgate dalla Chiesa”.

(da  Redemptionis sacramentum, 25 Marzo 2004)


ORAZIONI PRIMA DI CELEBRARE MESSA IL SACERDOTE INDOSSA I PARAMENTI SACERDOTALI

Mentre si deterge le mani:
Dona o Signore, alle mie mani di essere monde da ogni macchia; fa che, senza contaminazione alcuna di mente e di corpo, possano servirti

Mentre pone sul capo l’Amitto per poi indossarlo:
Poni Signore l’elmo della salvezza sul mio capo per vincere ogni attacco del Nemico

Mentre indossa il Camice (Alba):
Rendimi candido Signore e monda il mio cuore; affinché reso candido dal sangue dell’Agnello, possa godere della gioia eterna.

Mentre si cinge del Cingolo:
Cingimi Signore con la cintura della purezza, ed estingui dai miei lombi gli impulsi della lussuria; fa che in me dimori la virtù della continenza e della castità

Mentre si pone al collo la Stola:
Riacquistami Signore la veste dell’immortalità che ho perduto nella trasgressione dei progenitori; e benché indegno io mi appresso al tuo sacro Mistero, possa io meritare la gioia imperitura

Mentre prende la Pianeta (Casula):
O Signore che dicesti: Il mio giogo è dolce ed il mio peso leggero: fa che indossare questa mi conceda di conseguire la tua grazia.

(fotografia: Francisco de Zurbaran, Agnus Dei )